"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

venerdì 20 maggio 2011

A proposito di acqua pubblica...


Da martedì scorso, 17 maggio 2011,  a causa delle restrizioni all’erogazione di acqua potabile posta in essere dalla Sorical, i rubinetti dei cittadini del comune di San Lorenzo  (Reggio Calabria) sono a secco. Le responsabilità sarebbero da addebitare all’amministrazione comunale, anche se mi riesce difficile accettare il fatto che in un paese civile si possa interrompere la fornitura di acqua potabile alla popolazione,quale che sia il motivo, e men che meno per mancato pagamento delle bollette da parte del comune, visto che i cittadini corrispondono  regolarmente le quote dovute, e qualora non lo facciano subiscono  le sanzioni previste dalle vigenti leggi.  I cittadini sono sul piede di guerra e sulla rete fioriscono video in cui gli abitanti del comune minacciano proteste clamorose.  La rabbia dei cittadini, già di per se ampiamente giustificata dall’assenza di acqua, è in più motivata dalla latitanza dell’amministrazione comunale sulla materia. Sembra che il due maggio scorso la Sorical abbia inviato al comune di San Lorenzo una lettera avente ad oggetto la diffida ad adempiere al pagamento dei corrispettivi della fornitura di acqua potabile, con avviso che in caso di mancato riscontro entro il termine di 15 giorni (il pagamento di una somma superiore a 600.000 euro oltre interessi), la fornitura sarebbe stata ridotta drasticamente alla data del 17 maggio alle ore 8,00 (fonte www.laurentianum.net). In effetti così è stato, e la cittadinanza, quindi ne fa carico all’amministrazione comunale sia per la carenza idrica, che per il mancato  preavviso, che viene ritenuto dovuto a negligenza, o addirittura malafede. A questo link un servizio realizzato dagli amici del blog saltolavecchia.com, e sotto un'intervista ad un amministratore comunale, che evidentemente non sa che...pesci prendere! Un esempio utile per riflettere su uno dei temi più attuali: la privatizzazione dell'acqua, ricordando che il 12 e 13 giugno si terranno quattro referendum di cui due riguardano proprio questo argomento. L'acqua è un bene comune, non può essere privatizzata!


Nessun commento:

Posta un commento