"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

lunedì 13 agosto 2012

In memoria dei morti vittime della barbarie piemontese

Il 12 agosto, il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ha commemorato le vittime della strage nazista di Sant'Anna di Stazzema (quasi 600 morti). Una strage commessa il 12 agosto 1944 da stranieri invasori ai danni di civili inermi, vecchi, donne e bambini. "Quel 12 agosto 1944 che vide cadere sotto il piombo della barbarie nazifascista 560 vittime inermi, in gran parte vecchi, donne, bambini, e' una data scolpita nella memoria di chi visse quei terribili avvenimenti e di chiunque ne conservi il ricordo" . Domani, 14 agosto, ricorre l'anniversario di un'altra strage ai danni di civili inermi, vecchi, donne e bambini; il 14 agosto 1861 e nei giorni successivi, un anno dopo l'invasione del Regno delle due Sicile da parte dei mercenari di Garibaldi, due paesi della Campania, Pontelandolfo e Casalduni furono rasi al suolo per rappresaglia e gli abitanti trucidati senza pietà dai bersaglieri del Regio Esercito Italiano. Le vittime furono centinaia, non se ne conosce il numero esatto perchè anche gli archivi comunali andarono distrutti. Tra le due stragi vedo una sola differenza: la prima fu commessa da stranieri invasori, la seconda fu commessa da chi si definiva fratello liberatore dalla tirannia e dalla schiavitù. Non so se Napolitano domani commemorerà anche i morti di Pontelandolfo e Casalduni.

Nessun commento:

Posta un commento