"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

giovedì 3 novembre 2016

Al Referendum Costituzionale io voto NO.

Ho da tempo deciso che al Referendum Costituzionale voterò NO, per vari motivi. Uno riguarda le (presunte) riforme, che se anche migliorative (?) sono talmente inconsistenti in confronto alle reali necessità del Paese al punto da ridursi ad un contentino che servirà però a rendere irricevibile qualsiasi altra richiesta per decine di anni. Un altro motivo, molto più serio e importante per me è che approvando questa accozzaglia di modifiche alla Costituzione progettata da entità non titolate a farlo si approverà automaticamente e definitivamente un modo di governare che non condivido. Si approverà la condizione di governo in cui si trova adesso l'Italia, dove i cittadini possono solo lamentarsi e protestare, senza riuscire ad incidere in alcun modo nelle decisioni di chi è messo a governare senza essere mai stato eletto. E non intendo dire che le riforme da approvare porteranno a questo, ma che la situazione è GIA' così. Chiedetevi, ognuno per l'ambito in cui agite, se avete voce in capitolo nelle decisioni, se quando vedete violati i vostri diritti siete in grado di rivendicarli, se riuscite ad ottenere una qualsiasi verità su quello che sta accadendo in Italia, oppure se ce ne sono decine, di verità, per ogni argomento. Provate a individuare una certezza, una sola, nel vostro futuro, tra quelle che dovrebbero dipendere da chi ci governa. Approvando l'operato di questo governo lo legittimerete ulteriormente, e con esso, legittimerete il meccanismo che lo ha portato ad esistere. Non ha alcuna importanza che, come sostiene qualcuno, non ci sia alternativa, o che l'alternativa sia peggiore. Sono decenni che in Italia va avanti il "meno peggio", e che fa danni rimanendo impunito. Proviamo a dare una lezione a chi c'è adesso, per fare capire anche a chi verrà dopo che ormai non si può più scherzare, che la misura è colma. IO VOTO NO, non contro questo governo, ma contro questo modo di governare.
Chi governa male non può cambiare le leggi. Men che meno la Costituzione.

Nessun commento:

Posta un commento