"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

venerdì 5 novembre 2010

ECOMUSIA 2010 - "ASMARAMARA"

Viaggio in Eritrea, dal Progetto Ecomusìa 2010, festa dell'ambiente, della natura, delle energie rinnovabili e di ecoarte nella baia di Catona (RC), video realizzato da Fulvio Cama e montato da Luc Spontone e prodotto da Associazione Fabulanova. La canzone è di Fulvio Cama ed è cantata dall'autore.



ASMARAMARA

VARDANDU A SUD, DI LA’ DU SAHARA
DOPU DDHU MARI DI SABBIA SI VIDI L’ASMARA
PASSA U DESERTU, UNDI C’E’ NENTI
E PI MAGIA TI SPUNTUNU ALL’ARIA MUNTAGNI IMPONENTI
MUNTI CHI SUNNU, DI TERRA RUSSA
MUNTI DI PETRA ‘NDURUTA CHI TEMPU MAI PASSA
IATU E DDHU CHIANU , TRA SULI E LUNA
TOCCA LU CIELU E ASMARA CI FACI CURUNA
TERRA D’ANTICA GENTI, CANTI DI MILLI AMANTI
FOGGHI CADUTI ‘N TERRA, VENTI DI GUERRA
OCCHI D’ABISSI NIRI, FIGGHI CU NUDDHU AVIRI
STORIA DI VECCHI MITI, MUNTAGNI ‘NCANTATI
CIANGINU MAMMI, E I FIGGHI NUCENTI,
SEMPRI SI LOTTA E DDHA’ SI CUMBATTI PI NENTI
FIUMI DI SANGU, FA RUSSA LA TERRA
VENTU CCARIZZA LU GRANU MA E’ VENTU DI GUERRA
GENTI CHI NO, NON CHIURI LA BUCCA
GENTI D’ORGOGLIU CHI NON SI FA MENTIRI SUTTA
CHIURINCI I PORTI, DI SUPRA E DI SUTTA
TAGGHINCI I PONTI PERO’ ASMARA NO! NON SI TOCCA!
TERRA D’ANTICA GENTI, CANTI DI MILLI AMANTI
FOGGHI CADUTI ‘N TERRA, VENTI DI GUERRA
OCCHI D’ABISSI NIRI,FIGGHI CU NUDDHU AVIRI
STORIA DI VECCHI MITI, MUNTAGNI ‘NCANTATI



ASMARAMARA

Guardando a Sud, al di là del Sahara
Dopo quel mare di sabbia si vede l’Asmara
Passa il deserto, dove c’è niente
E per magia ti spuntano in aria montagne imponenti
Monti che sono, di terra rossa
Monti di pietra indurita dove il tempo mai passa
E’ un altipiano, tra il sole e la luna
Che tocca il cielo e Asmara gli fa da corona
Terra d’antica gente, canti di mille amanti
Foglie cadute atterra e venti di guerra
Occhi di abissi neri, figli con nessun avere
Storia di vecchi miti, montagne incantate
Mamme che piangono e figli innocenti
Sempre si lotta e là si combatte per niente
Fiumi di sangue, fa rossa la terra
Vento che accarezza il grano, ma è vento di guerra
Gente che no, non chiude la bocca
Gente d’orgoglio che non si fa mettere sotto
Puoi chiudergli tutte le porte, da nord a sud
Tagliare i loro ponti però Asmara no! Non si tocca!
Terra d’antica gente, canti di mille amanti
Foglie cadute atterra e venti di guerra
Occhi di abissi neri, figli con nessun avere
Storia di vecchi miti, montagne incantate.

Nessun commento:

Posta un commento