"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

mercoledì 12 settembre 2012

L'onore della sconfitta

Cominciano a fioccare le note ed i pareri di più o meno autorevoli commentatori, che, in vista dell'imminente pronunciamento del Governo su Reggio Calabria sono tutti d'accordo nel considerare l'eventuale scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazioni mafiose come una sconfitta per la città. In realtà, la sconfitta c'è già stata, quando si sono verificati i fatti che hanno causato l'intervento della commissione d'accesso. Nessuno la vede, tutti guardano un po' più avanti, ma quella è stata la sconfitta, della classe politica che è stata messa sotto esame per fatti gravi, e della città che l'ha eletta e rieletta più volte.  Il Governo non dovrà valutare e giudicare la veridicità della relazione, ma dovrà valutarne il peso, e decidere se il peso è tale da affondare un'intera città, che adesso galleggia solo perchè ancora nessuno ha deciso e che se quel qualcuno deciderà di non affondarla continuerà a galleggiare in balia delle correnti senza timone.  C'è chi forse pensa che se il Governo non dovesse decidere lo scioglimento del Consiglio Comunale la città avrà vinto? Diciamo le cose come stanno, e prendiamole per quello che sono: ormai abbiamo toccato il fondo, ci tocca poggiare i piedi e darci lo slancio per risalire. Non è piangendoci addosso, che potremo farlo. A volte essere sconfitti è più onorevole che vincere senza gloria.

1 commento:

  1. purtroppo credo che dopo lo scioglimento partirà la resa dei conti.....e per i cittadini sarà peggio.

    RispondiElimina