"passo la vita fuggendo dalla mia ignoranza"
NON CAPISCO...E NON MI ADEGUO!!!
su questo blog non si pubblicano commenti anonimi

venerdì 4 dicembre 2009

Autostrada A3:il miracolo italiano.


Tralasciando le considerazioni in merito ai poteri sovrannaturali dell’aspirante candidato al Premio Nobel per la Pace nonché Premier nonché unica speranza per noi calabresi (capace di rendere possibili i miracoli, quindi anche in odore di santità) ritengo che la parte “tecnica” di questo articolo sia degna di considerazione e meriti di essere diffusa; ne riporto sotto il testo integrale.

Da Strill.it
Venerdì 04 Dicembre 2009 16:43
A3: da Nino Foti durissimo attacco ad Anas: "Le bugie di Ciucci"
<<Durissimo attacco del parlamentare del Pdl, Nino Foti, componente della Commissione Trasporti, sulla situazione della A3. Di seguito la nota integrale
Mi dispiace che il Presidente Berlusconi non sia venuto in Calabria – dichiara l’on. Nino Foti, componente della Commissione IX Trasporti - poiché percorrendo il tratto di autostrada che dall’aeroporto di Reggio Calabria lo avrebbe condotto fino al luogo dove era prevista la sua presenza, avrebbe potuto constatare il brutto “scherzetto”che l’Anas gli aveva preparato…Non c’è nulla, infatti, da festeggiare, né tantomeno ci si può rallegrare solo per l’apertura di una galleria. Sull’A3, soprattutto nel tratto della provincia di Reggio Calabria, si viaggia ancora su una sola corsia, senza percorsi alternativi validi ed il disagio di chi vi transita quotidianamente si traduce in lunghe ore di code e rallentamenti. Procedendo a passo d’uomo, infatti, tra una frenata e l’altra, anche il Presidente Berlusconi, nei confronti del quale noi calabresi in particolare riponiamo ogni speranza, si sarebbe potuto rendere conto da vicino sul reale stato dei lavori e sulle ormai celeberrime bugie del Presidente dell’Anas Spa. Il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, infatti, continua ostinatamente ha confermare che i lavori dell’A\3 saranno completati per il 2013. Pur confidando in tale “miracolo”… riteniamo però doveroso evidenziare, in modo assolutamente oggettivo, quanto è facile riscontrare circa i motivi che rendono tale prospettiva pressoché irrealizzabile. Dal sito web dell’ANAS viene riportata (incredibile ma vero!) la situazione dei lavori dell’A\3. Per quello che riguarda, solo per fare un esempio, i “macrolotti” della Provincia di Cosenza sono presenti dei periodi assolutamente incompatibili con la data del 2013. Per il terzo macrolotto (parte 1\a) dai tempi dalla gara al contratto passeranno almeno due anni e, per cantierizzare, almeno un ulteriore anno per una durata dei lavori (salvo imprevisti) di quattro anni. In tutto sei anni e quindi , se tutto va bene, una ipotetica fine lavori per l’anno 2016. Sempre per il 3° macrolotto (parte 1\b) oltre a quanto sopra occorre aggiungere almeno due anni in quanto la progettazione definitiva va ancora approvata – e quindi – una fine lavori per l’anno 2017. Ed ancora… per il 3° macrolotto (parte 2\a) la gara è stata aggiudicata ma non è stato firmato ancora alcun contratto e quindi i tempi sono di circa un biennio per la firma e la cantierizzazione cui si aggiungono altri quattro anni per una fine lavori entro il 2016. Per il 3° macrolotto parte 3\a il contratto è stato firmato ma i lavori non sono ancora iniziati (circola voce che inizieranno non prima di giugno 2010), il tempo stimato è di quattro anni, quindi fine lavori 2015. Per il 4° macrolotto sia 1\a che 2\a parte, non ancora in gara, valgono gli stessi commenti di cui sopra quindi fine lavori 2017. Tali previsioni da noi formulate trovano riscontro da quanto detto dall’Ing. Ettore Pagani ,responsabile Ingegneria della Società IMPREGILO, impegnata nei macrolotti V° e VI° “Gioia Tauro – Reggio Calabria” in occasione di un incontro a Reggio Calabria, peraltro anche pubblicato dalla stampa locale, che qui di seguito si riporta testualmente: “ per quanto concerne il rallentamento dei lavori, occorre sottolineare come non influisca solo il problema della criminalità organizzata, ma anche i tempi di burocrazia e procedure,dove tra l’aggiudicazione dei lavori e l’inizio degli stessi intercorrono diversi anni.” Spostandoci poi proprio in prossimità della Galleria di Barritteri, inaugurata oggi, si sfiora il paradosso… Infatti per quanto riguarda il macrolotto IV°\b tronco 3° (svincolo pizzo cal. – svincolo S.Onofrio) l’Anas indica che é “in gara per la progettazione preliminare”. Quali saranno i tempi di realizzazione (?????) Non è dato a sapersi. Ritenevamo opportune proporre tali nostre amare considerazioni – conclude l’on. Nino Foti, componente della Commissione IX Trasporti - per poter, questa volta sì, invitare compiutamente il Governo ed in particolare il Presidente del Consiglio affinché presto decida di venire in Calabria per procedere all’immediato commissariamento dei cantieri dell’A3, così come è stato fatto per Napoli e per la immane tragedia de L’Aquila, dimostrando ancora una volta al Mondo che in Italia grazie al Presidente Berlusconi ogni “miracolo” è possibile e che i lavori sulla Salerno – Reggio Calabria potranno così prima o poi finire davvero.
>>

Ma per l'eventuale commissariamento dei cantieri è necessaria la presenza fisica dell'onnipotente? E nel caso in cui la data della sua presenza coincida con un'udienza del processo Mills, gli sarebbe concesso il legittimo impedimento?

Nessun commento:

Posta un commento